Selezione Fiumana – Burc

Barbera riserva

COLLI TORTONESI DOC

Nel 1798 nell’elenco dei vitigni piemontesi redatto dal conte Nuvolone della Società Agraria di Torino entra la Barbera.

Il vero incremento nella diffusione del barbera in tutto il Piemonte fu il reimpianto dei vigneti su piede americano a causa della filossera. Il vitigno si dimostrò resistente e di alta produttività.

E’ uno dei vini più sorprendenti del mondo enologico: poliedrico, versatile e complesso.

Vino di gran classe, apprezzato sulle tavole internazionali, si adatta anche molto bene nella preparazione di alcuni piatti tipici piemontesi, come arrosti di carne o risotti.

 

Giosuè Carducci dedicò una poesia:

«Generosa Barbera.

Bevendola ci pare

d’esser soli in mare

sfidanti una bufera.»

 

Scheda Tecnica

13.00

Preferiti Preferiti Preferiti